Come nasce AQUAPOL

L'invenzione di Aquapol nasce dalla geniale intuizione dell'ingegner Wilhelm Mohorn.

Tutto ebbe inizio in una umida cantina, nella quale Wilhelm Mohorn, provetto musicista, aveva riposto la propria batteria, sulla quale, a causa dell'eccessiva umidità, si erano formate delle macchie di ruggine che coprivano le parti cromate delle percussioni.

Questo spiacevole fenomeno fece infuriare Wilhelm che si mise subito a cercare una soluzione, approfondendo il soggetto della deumidificazione dell'aria. A quei tempi sul mercato esistevano solamente deumidificatori d'aria a corrente elettrica, ed il loro funzionamento era vincolato alla rispettiva posizione nella quale veniva installato l'apparecchio.

Wilhelm gia a quei tempi di occupava di energie alternative e questo avvenimento, collegato all'umidità presente nella cantina di casa sua, gli fece balenare nella mente l'idea dell'esistenza di un campo terrestre globale, presente ovunque nel mondo, con potenziali molto elevati di sfruttabilità.

Mohorn postulava un concetto alternativo rispetto all'idea diffusa in quegli anni, che il nucleo della terra non fosse composta da ferro e nichel. La sua ipotesi era che nel nucleo terrestre ci fosse l'idrogeno, l'elemento più antico dell'universo, che rappresenta tra l'altro il 98% della materia presente nel nostro sistema solare.

In pratica, secondo l'idea di Mohorn, il nucleo centrale della terra era formato da idrogeno a sua volta ricoperto da uno strato di nichel e di ferro, l'intero nucleo formava una sorta di generatore che alimentava la terra con un'energia permanente, la quale aveva solo bisogno di essere imbrigliata!

A questa intuizione seguirono molte prove ed esperimenti, che portarono allo sviluppo di un primo prototipo, costituito da una bobina cilindrica aerea, con le estremità della bobina formate da antenne sporgenti. Questo primo prototipo funzionava già discretamente bene, fu poi modificato e ottimizzato, con ulteriori studi, sperimentazioni e misurazioni che resero l'apparecchio Aquapol un'invenzione a dir poco rivoluzionaria!


L'ingegner Mohorn lo testò dapprima nella sua cantina, nella quale si percepiva un considerevole odore di muffa, con presenza di molta umidità ed effluorescenze saline. L'umidità relativa dell'aria oscillava tra l'80% ed il 90%, l'intonaco si staccava e parti più interne del muro mostravano evidenti segni di deterioramento.

Dopo pochi giorni dall'installazione del dispositivo, l'odore di muffa nella cantina era notevolmente diminuito ed anche le misurazioni dell'umidità nell'aria e sui muri rilevavano una progressiva diminuzione dell'umidità di risalita. Il dispositivo funzionava!



Ma quello era solo l'inizio, a ciò seguirono molte ricerche, studi ed indagini fino ad elaborare l'attuale tecnologia Aquapol, in grado di deumidificare i muri in modo completo, efficace e definitivo!