Aquapol e muffa, soluzioni e consigli

La muffa 
La presenza di muffa all'interno degli ambienti abitativi, spesso causata dall'eccessiva umidità, risulta dannosa sia da un punto di vista estetico, sia per il corretto mantenimento delle strutture degli immobili, e non ultimo anche per il rischio alla salute degli inquilini.

Le spore che prolificano in tali condizioni, se inalate, possono infatti provocare disturbi respiratori, allergie e problemi al sistema immunitario.


Il terreno ideale per la proliferazione delle muffe è rappresentato dalle murature umide e dalla conseguente umidità relativa presente all'interno delle abitazioni.

 La temperatura che favorisce la crescita di muffa si aggira tra i 18 ed i 32 °C, mentre l'umidità relativa “ideale” per il suo sviluppo è dal 60% in su.


Veloce rimedio
Il metodo più veloce per rimuovere la muffa, presente sui muri abitativi, è quello di vaporizzare della candeggina non profumata direttamente sulle macchie, mediante l'utilizzo di uno spruzzino, prestando attenzione a non far colare il prodotto e munendosi di mascherina e guanti.

Se l'uso di candeggina pura dovesse risultare troppo aggressivo, per il tipo di pittura presente sulle pareti, è preferibile diluirla con una parte di acqua.

Non è invece consigliabile passare dei panni imbevuti di candeggina direttamente sulla muffa in quanto le spore tenderebbero a sollevarsi in parte, spostandosi in altre zone e contribuendo alla proliferazione di questo fastidioso ed antiestetico fungo.

Dopo aver spruzzato il prodotto si dovrebbe aspettare dai 20 ai 30 minuti circa, areando nel frattempo il locale. Il risultato dovrebbe essere un muro completamente bianco e privo di qualsiasi traccia di muffa, macchie, ecc

Evitare di utilizzare la candeggina su muri che siano dipinti con tinte diverse dal colore bianco. 

Ovviamente questo veloce rimedio rimuove la muffa creatasi sui muri, ma non risolve di certo la causa che sta alla radice della formazione della muffa stessa, ossia l'umidità eccessiva!


Soluzione definitiva 
Una delle tipologie di umidità più dannose per le strutture murarie e maggiormente responsabile per la non salubrità delle abitazioni è l'umidità di risalita.

Essa viene creata dall'acqua che risale all'interno dei muri dal terreno sottostante l'abitazione, grazie al fenomeno della risalita capillare. In questo modo le murature vengono danneggiate e viene anche preparato il terreno ideale per la crescita di muffe e per la formazione di macchie.

Per rendere gli ambienti abitativi più salubri è per sconfiggere definitivamente l'umidità di risalita capillare, esiste una tecnologia molto efficace, oggi disponibile sul mercato, chiamata Aquapol.

Aquapol, senza necessità di alimentazione elettrica, è in grado di invertire la polarità dell'acqua e con essa la direzione delle molecole di acqua all'interno dei muri.

In altre parole l'acqua che impregna i muri e porta umidità viene forzata a ridiscendere verso il terreno sottostante l'abitazione, lasciando i muri asciutti ed un ambiente molto più salubre e confortevole.